Tutor aziendali certificati

033

50 tutor aziendali già certificati come formatori in meno di un anno (da aprile 2015 a febbraio 2016).

Sono i tutor che fanno formazione in Sielte SpA, grande impresa di telecomunicazioni, in ben 27 delle sedi operative dislocate sull’intero territorio nazionale.

Forti dell’esperienza da loro maturata in azienda, hanno ottenuto una certificazione pubblica delle loro competenze in materia di programmazione ed erogazione della formazione.

Candidati al Servizio Regionale di Formalizzazione e Certificazione delle competenze (SRFC) della Regione Emilia-Romagna, con  progetti realizzati da Idea, tutti e 50 i tutor hanno visto certificate tutte le unità di competenza per cui si sono presentati, ottenendo il Certificato di competenze relativo alla qualifica professionale Gestore di processi di apprendimento.

Un’esperienza unica nel panorama nazionale per almeno tre motivi.

Primo, perché riconosce con procedure ad evidenza pubblica il ruolo dei tutor aziendali, rivelatisi figure chiave sia per la realizzazione della formazione che per l’attuazione del disegno strategico aziendale imperniato sul binomio formazione-innovazione orientato allo sviluppo.

Secondo, perché riconosce le competenze che le persone hanno acquisito con l’esperienza cresciuta sul luogo di lavoro, erogando formazione in aula e training on the job. E’ infatti una certificazione in ambito Lavoro (che nel SRFC regionale formalizza e certifica le capacità e conoscenze maturate sia nel sistema formativo che in ulteriori contesti, lavorativi e professionali, di vita sociale e individuale).

Terzo, perché è già allineata ai livelli essenziali delle prestazioni dei servizi di certificazione stabiliti a livello nazionale con il Decreto Legislativo 13/2013, poiché il sistema emiliano-romagnolo ne rispetta già gli standard.

La certificazione ottenuta ha valore in tutta Italia (grazie all’Intesa Stato-Regioni del 22 gennaio 2015 in attuazione del Decreto 13/2013) ed è confrontabile con quelle degli altri sistemi in Europa (grazie alla correlazione della qualifica ai livelli europei EQF-European Qualification Framework).

Professionalità, apprendimenti e competenze dei tutor aziendali sono oggi valorizzati. Allo stesso modo è valorizzata l’impresa formatrice, che ora può contare su una rete territoriale qualificata di referenti certificati per la formazione.

Approfondisci

Blog servizi di comunicazione istituzionale

_logo_OK.indd

Siete qui, sul blog di Confederazione Servizi Formativi, da cui passano i nostri servizi di comunicazione istituzionale.

Evoluzione del sito preesistente, è stato pensato per favorire e dare spazio all’interazione e alla collaborazione tra associati, partner, imprese collegate, stakeholder e chiunque sia interessato a scambiare informazioni utili a far crescere il nostro sistema formativo a livello nazionale e sul territorio.

Sfruttando le potenzialità del web, instaura un nuovo protocollo di relazione basato sulla partecipazione attiva che può consentire allo stesso tempo di valorizzare ricchezze, competenze ed energie e di consolidare la rete sociale. Con il blog che apre a un percorso collettivo di elaborazione, la comunicazione può ora essere continua e biunivoca.

Il blog è lo strumento di comunicazione ideale per chi come Confederazione è rete (di soggetti e di iniziative) e lavora in rete in tutta Italia, guardando anche ad altri settori ed altri Paesi.

I post via via pubblicati parlano dei progetti che nascono dall’esperienza di Confederazione e degli associati, per consolidarli e diffonderli su un circuito allargato e portare innovazione nei processi, nei sistemi, nei territori.

Ogni articolo postato sul blog (direttamente nella Home) viene pubblicato automaticamente anche sulla bacheca della pagina Facebook “Confederazione Servizi Formativi” e condiviso nel gruppo Facebook “Formatori certificati”, dove è possibile commentare e interagire.

Chi lo desidera, può mandarci privatamente contributi su temi che gli stanno a cuore, da pubblicare sul blog.

Non esitate a utilizzare www.federazioneserviziformativi.it e a lasciare opinioni sulla nostra pagina FB. Perché il blog dà gambe alla nostra strategia: creare reti di soggetti per realizzare progetti innovativi altrimenti non realizzabili dai singoli, radicati anche territorialmente, con i servizi formativi a fare da traino allo sviluppo e alla crescita.

Approfondisci

Formazione Duale in Italia

3706260[1]

Già da ora la formazione duale prende forma in Italia con la Penny Market.

Catena europea di supermercati discount con oltre 2.800 punti vendita, fa parte del Gruppo Rewe, multinazionale tedesca tra i principali operatori gdo in Europa.

Nel 1994 è stata costituita Penny Market Italia, attualmente presente sul territorio nazionale con 330 negozi distribuiti in 17 regioni e 3mila dipendenti.

A seguito del Protocollo d’intesa tra l’Associazione delle Camere di Industria e Commercio tedesche (DIHK) e Unioncamere, Penny Market Italia ha siglato un accordo con la Camera di Commercio italo germanica AHK per avviare, per la prima volta in Italia, un progetto pilota di Formazione Duale, secondo il modello tedesco.

Basato sul “learning by doing” il progetto unisce la formazione teorica e l’esperienza pratica e prevede la formazione di direttori punti vendita da inserire nelle sedi italiane di Penny Market dislocate sul territorio nazionale.

Dopo la fase di “train the trainer” rivolta a 15 responsabili di negozio per svolgere la funzione di mentor individuali per gli allievi, a ottobre del 2013 è partito il primo corso di formazione duale.

Oggi i corsi sono 6, composti complessivamente da 56 allievi e collocati presso le sedi di enti della rete di Confederazione Servizi Formativi a Milano, Bologna, Firenze e Bari.

Il progetto pilota segue rigorosamente gli standard applicati in Germania, dalla progettazione dei corsi ai certificati di qualità, alla gestione degli esami.

Da non confondere con un semplice tirocinio o alternanza scuola lavoro, la formazione duale prevede un piano di formazione molto rigoroso con un curriculum integrato tra formazione in aula e in azienda.

In aula si approfondisce teoricamente ciò che si fa sul lavoro, mentre l’azienda è il luogo dove vengono trasmesse le abilità pratiche e dove si applica concretamente quanto si è appreso durante la formazione teorica.

Il negozio diventa quindi la piattaforma pratica della formazione per garantire l’apprendimento e la contestualizzazione di una conoscenza astratta.

Non si tratta di un semplice parallelismo tra il centro di formazione e l’impresa e nemmeno di una somma di conoscenze e di abilità pratiche acquisite ma di competenze intese come risultato di un processo di cooperazione tra i due luoghi di apprendimento, azienda e aula.

Molto importante è il ruolo dei Trainers aziendali che, per lo svolgimento del loro ruolo, seguono una formazione obbligatoria con il conseguimento della certificazione AHK.

I Trainers monitorano individualmente e quotidianamente la formazione degli allievi mediante lo Student’s Book.

Alla base della loro attività un concetto di formazione/educazione volta a valorizzare quanto di meglio c’è in ogni individuo con la comprensione della persona che si ha di fronte, il riconoscimento delle capacità che possiede, lo sviluppo delle competenze necessarie.

Destinatari della formazione sono giovani neo-diplomati e dipendenti che già lavorano nei punti vendita con massimo due anni di anzianità.

Il piano formativo prevede un programma triennale per il raggiungimento delle competenze di Direttori di negozio.

Professionisti, accuratamente selezionati dall’Ente di Formazione in collaborazione con Penny Market, svolgono la formazione in aula con la compresenza di specialisti Penny per le diverse funzioni che vanno dal controllo qualità al marketing, tesoreria e finanza, controlli igienico-sanitari, security, logistica.

Il percorso formativo viene certificato secondo il modello tedesco da una commissione d’esame costituita da AHK.

La formazione duale rappresenta per le aziende un investimento immediato in personale specializzato con la possibilità di orientare la formazione a specifiche esigenze per aumentare la propria competitività nel mercato.

Nello stesso tempo è una notevole opportunità per gli allievi di sviluppo professionale e garanzia di maggiori e migliori possibilità di impiego.

 

Approfondisci

VOGLIA D’IMPRESA Master class gestione e finanza d’impresa

1999 un liutaio orizzontale

Confederazione Servizi Formativi, con Azimut e Idea, lancia il suo Master class in gestione e finanza d’impresa.

Un master class che si distingue per il guardare alla concretezza della vita d’impresa, utile per governare le strategie aziendali dal punto di vista economico, gestionale e finanziario.

E’ pensato per imprenditori e professionisti che lavorano nell’impresa, per chi vuole lanciare nuovi prodotti/servizi o migliorare la redditività delle proprie attività ed anche per chi vuole creare una propria impresa o sviluppare nuove iniziative imprenditoriali.

Con 3 workshop e consulenza personalizzata a richiesta – tenuti da manager, consulenti e professionisti del settore che portano le migliori prassi applicate nelle aziende – migliora la capacità di programmare, controllare e gestire la situazione economica e finanziaria della propria impresa.

Cogli l’opportunità dell’esperienza e contattaci al 051 372639 per maggiori informazioni

Download (PDF, 198KB)

Approfondisci