PROJECT NEET Erasmus+KA2 Ecvet.Oer.Neet n. 2015-1-IT01-KA202-004762

Project ECVET.OER.NEET è un progetto di ricerca realizzato nell’ambito del Programma Erasmus+KA2 con l’obiettivo di migliorare i servizi di orientamento e le competenze degli operatori che supportano i giovani che non lavorano e non si formano, i giovani NEET.

Capofila del progetto è Studio Risorse S.r.l. Ente di formazione e orientamento con sede a Matera associato a Confederazione Servizi Formativi.

L’Ente, punto di riferimento per l’analisi dei fabbisogni e la consulenza alle persone e alle imprese del territorio, ha realizzato le attività in collaborazione con la Provincia di Matera e la Provincia di Vicenza, per il loro ruolo di aiuto alle persone svantaggiate ad inserirsi nel mondo del lavoro attraverso i Centri per l’Impiego.

Al progetto hanno inoltre partecipato I.RI.GEM con sedi in Veneto e competenze nell’ambito dei servizi di orientamento e metodi di apprendimento professionale, União das Freguesias de Gondomar (S. Cosme), Valbom e Jovim, una provincia portoghese; Ison Psychometrica, una società di consulenza e formazione di Atene, Grecia; Fundación CV Pacto Empleo, una fondazione che supporta le persone con le difficoltà nel trovare un impiego di Valencia, Spagna ed Akademia Humanistyczno-Ekonomiczna – l’Università di Łódź, Polonia, che svolge le ricerche nel campo dei metodi innovativi di insegnamento e di apprendimento, come ad es. e-learning o autosviluppo.

Diverse sono state le fasi di realizzazione.

Per prima cosa è stato verificato il profilo attuale dell’operatore di orientamento per ogni Paese partner, secondo criteri quali: livello di istruzione, anni di esperienza professionale, servizi offerti, competenze degli operatori, opinioni sul proprio lavoro, difficoltà incontrate, possibili soluzioni.

Questo per comprendere se le capacità e le conoscenze degli orientatori che aiutano i NEET ad inserirsi nel mondo di lavoro sono sufficienti, per individuare quali sono i loro fabbisogni formativi e per definire le competenze trasversali, sociali e tecniche che un operatore ideale dovrebbe avere.

I partner hanno poi descritto le modalità per la valutazione e certificazione delle competenze – processo che permette di paragonare le competenze degli orientatori dei diversi Paesi.

Il metodo consiste in colloquio con valutatore focalizzato sulle prestazioni (PFI) e relativa assegnazione di punti ECVET per ogni azione attinente svolta seguendo un questionario predefinito.

Uno dei frutti del progetto è stato un set di strumenti e materiali informativi, che possono essere utili durante lo svolgimento, per gli operatori che lavorano con i giovani NEET, sia delle attività di orientamento che per il loro sviluppo personale.

I partner del progetto hanno inoltre approfondito il tema della figura dell’orientatore e analizzando le conoscenze e competenze che gli servono per poter svolgere al meglio il proprio lavoro, hanno stabilito in quale materie dovrebbe formarsi.

Un articolo successivo approfondirà in modo particolare il tema delle competenze necessarie all’Orientatore.

Il prodotto finale, basato su tutte le ricerche effettuate durante le attività progettuali, consiste in un programma formativo per gli operatori di orientamento, che aiuterà a colmare le mancanze del loro sapere e delle loro abilità in riguardo ai giovani e il mercato del lavoro. Il corso può essere effettuato in presenza oppure in modalità e-learning.

Sul sito dedicato al Progetto ECVET.OER.NEET sono disponibili dei documenti – outputs – che in modo dettagliato descrivono i risultati delle analisi effettuate – oltre che l’AREA di accesso gratuito al corso e-learning –  http://project-neet.eu/it.

 

Approfondisci