Il Quadro Nazionale delle Qualificazioni Sistema Nazionale di Certificazione delle Competenze

Con il Decreto MLPS-MIUR 8 gennaio 2018 viene istituito il Quadro Nazionale delle Qualificazioni – QNQ.

Strumento per la descrizione e la classificazione delle qualificazioni rilasciate nell’ambito del Sistema Nazionale di Certificazione delle Competenze, è il dispositivo che consente di raccordare il sistema italiano delle qualificazioni con i sistemi degli altri paesi europei, attraverso la referenziazione delle qualificazioni al Quadro Europeo delle Qualifiche – EQF.

Con anche l’obiettivo di coordinare e di rafforzare l’offerta pubblica di apprendimento permanente e i servizi di individuazione, validazione e certificazione delle competenze ai sensi del D.Lgs. 13/2013 migliorando l’accessibilità delle qualificazioni, facilitando la loro spendibilità e valorizzando le esperienze individuali delle persone.

In linea con il Quadro Europeo prevede tre dimensioni descrittive delle competenze in termini di conoscenze, abilità, autonomia e responsabilità, la loro articolazione in descrittori e otto livelli, corrispondenti ai livelli EQF, relativi alla complessità degli apprendimenti.

La referenziazione al QNQ – intesa come processo istituzionale e tecnico di associazione delle qualificazioni rilasciate nell’ambito del Sistema Nazionale di Certificazione a uno degli otto livelli – è obbligatoria per tutte le qualificazioni ai fini della validazione e certificazione delle competenze.

La referenziazione delle qualificazioni italiane al QNQ garantisce la referenziazione delle stesse al Quadro Europeo delle Qualifiche.

Le qualificazioni referenziate al QNQ sono inserite nell’Atlante del Lavoro e delle Qualificazioni nella Sezione “Repertorio nazionale dei titoli di istruzione e formazione e delle qualificazioni professionali”.

Il processo di referenziazione al QNQ è gestito dal Punto nazionale di coordinamento dell’EQF presso l’ANPAL che si avvale dell’INAPP per la valutazione indipendente delle proposte di referenziazione.

Effettuato sulla base di criteri minimi generali di inclusione e criteri minimi per la determinazione del posizionamento negli specifici livelli, si articola in quattro fasi:

  • avvio: l’ente pubblico titolare presenta istanza, completa degli elementi descrittivi e connotativi della qualificazione, al Punto Nazionale di Coordinamento dell’EQF
  • fase istruttoria: il Punto Nazionale istruisce le istanze di referenziazione della qualificazione al QNQ
  • fase di valutazione indipendente: l’INAPP formula una valutazione indipendente dell’istanza e redige un parere obbligatorio non vincolante
  • fase di approvazione e pubblicazione: il Punto Nazionale delibera la referenziazione al QNQ e il conseguente inserimento nel Repertorio Nazionale dei titoli di istruzione e formazione e delle qualificazioni professionali.

Allo stesso tempo il Punto Nazionale coordina le procedure di aggiornamento del Repertorio Nazionale e l’ANPAL informa semestralmente il Ministero del Lavoro sull’andamento dei processi di referenziazione delle qualificazioni al QNQ.

 

Approfondisci

ASSOCIAZIONE SAN PATRIGNANO SCUOLA E FORMAZIONE Rete Confederazione Servizi Formativi

Ente accreditato dalla Regione Emilia Romagna per la formazione e per i servizi al lavoro, l’Associazione San Patrignano Scuola e Formazione si occupa della formazione professionale dei giovani della Comunità di San Patrignano fondata alla fine degli anni 70, su iniziativa di un gruppo di persone guidate da Vincenzo Muccioli, per il recupero e il reinserimento sociale e lavorativo dei tossicodipendenti. L’Ente è inoltre accreditato dal Miur per la formazione dei docenti.

A distanza di molti anni e nonostante tutti i cambiamenti epidemiologici e socio-culturali che ci sono stati nel fenomeno delle dipendenze, l’interesse per il prossimo e il desiderio di aiutare un giovane in difficoltà come si farebbe con un figlio, rimangono sempre gli elementi prioritari e irrinunciabili dell’attività educativa che viene svolta nella Comunità.

Uno dei principi fondanti è quello di insegnare un mestiere ai ragazzi e il percorso di recupero definitivo dalla tossicodipendenza coincide con la necessità di un efficace reinserimento nel mondo del lavoro che consenta autonomia economica, riconoscibilità sociale, autostima recuperata e realizzazione di sé.

Propedeutica e decisiva per l’inserimento lavorativo, la formazione professionale svolge in questo un ruolo fondamentale perché strumento fra i più importanti per imparare un lavoro e per imparare ad interagire, a responsabilizzarsi, a costruire le basi della propria autonomia e del proprio progetto di vita.

Con la formazione i giovani acquisiscono competenze specifiche e qualifiche professionali riconosciute a livello regionale e nazionale.

Al fine del reinserimento lavorativo, è molto efficace l’unione della formazione con l’esperienza imprenditoriale di natura cooperativa e sociale di San Patrignano in profili professionali particolarmente richiesti dal mercato del lavoro.

Contestualmente per facilitare il reinserimento lavorativo al di fuori della Comunità, vengono rafforzati i legami con le imprese e le istituzioni del territorio al fine di creare una rete stabile di contatti e ampliare così le opportunità di occupazione.

Sono allo stesso tempo attive collaborazioni in rete con le associazioni di volontariato su gran parte del territorio nazionale, per facilitare il reinserimento lavorativo a coloro che desiderano rientrare nelle città di origine.

ATTIVITA’ DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

Oltre alla formazione autofinanziata che normalmente si svolge in tutti i laboratori della Comunità, nel 2017 si sono svolti i corsi relativi al progetto “Comunità L.A.B. Lavoro e Accoglienza in Bottega” finanziato dalla Regione Emilia-Romagna sul Fondo Sociale Europeo.

Il progetto, dopo lo svolgimento del modulo di orientamento rivolto alla generalità degli alunni, ha visto la realizzazione di diversi percorsi formativi per il conseguimento della qualifica professionale di: Operatore degli impianti termoidraulici; Operatore delle lavorazioni lattiero casearie; Operatore della lavorazione carni; Operatore della produzione di pasticceria; Operatore della distribuzione pasti e bevande; Operatore di vinificazione

Con il medesimo contributo sono stati realizzati anche progetti di formazione continua per Addetto alle vendite: marketing e promozione, Pizzaioli, Progettisti grafici con competenze web, Grafici della carta da parati oltre alla attivazione di 34 tirocini formativi per 6 profili di qualifica.

Grazie al contributo di alcune fondazioni private è stato possibile realizzare anche il corso per Operatore socio sanitario e il corso per Acconciatore assieme a 50 progetti di tirocinio per altri 10 profili di qualifica

 ATTIVITA’ DI STUDIO

Preparazione individuale di privatisti per esami di idoneità e di stato

All’interno della Comunità assieme alle attività formative vengono organizzate nel Centro Studi attività didattiche per gli ospiti che intendono proseguire gli studi interrotti a causa della loro pregressa condizione di tossicodipendenza.

Il recupero degli anni scolastici, totalmente a carico della Comunità, avviene preparando gli studenti da privatisti agli esami di idoneità e di stato.

Scuole superiori

I ragazzi hanno la possibilità di ottenere un diploma di Media Superiore attraverso convenzioni stipulate con alcuni Istituti Professionali locali che utilizzano il Centro Studi San Patrignano come loro sede distaccata quali l’Istituto professionale alberghiero e l’Istituto professionale per grafico e operatore sociale. I ragazzi frequentanti il Centro Studi hanno l’opportunità di effettuare periodi di stage e tirocinio all’interno dei settori specializzati di San Patrignano, dalla pizzeria e ristorante al settore delle grafiche fino ai laboratori di odontotecnica del Centro Medico di San Patrignano per i privatisti che intendono conseguire gli esami presso l’Istituto Professionale per odontotecnici.

Diploma terza media

Ogni anno la Comunità organizza un corso per l’ottenimento del diploma di terza media mediante una convenzione con alcune scuole statali locali. Ad alcuni studenti viene inoltre data la possibilità di frequentare un corso di perfezionamento della lingua italiana; si tratta in particolare di ragazzi extracomunitari che necessitano di migliorare la loro capacità di espressione e comprensione della lingua italiana.

Frequenza universitaria

Agli ospiti della Comunità viene data la possibilità di proseguire gli studi anche a livello universitario. Oltre ad avere garantito sino ad oggi la frequenza universitaria a numerosi ragazzi, dal 2012 è stata stipulata una convenzione con l’Università a distanza UNINETTUNO istituendo allo scopo un adeguato e attrezzato polo tecnologico presso il Centro Studi. In questo modo i giovani possono seguire i corsi universitari senza allontanarsi dalla Comunità e proseguire il loro percorso riabilitativo.

Supporto psico-pedagogico

Gli operatori del Centro Studi e dei laboratori di Formazione Professionale offrono a tutti gli studenti un supporto sia metodologico che psico-pedagogico, contribuendo al loro successo formativo complementare e coerente con il percorso riabilitativo seguito nella Comunità.

 

Approfondisci